STUDIO DI CARDIOLOGIA E IPERTENSIONE

prof. Giuseppe Maiorano

viale John Fitzgerald Kennedy n. 89 BARI

P.IVA 06443880726

IPERTENSIONE ARTERIOSA E RISCHIO CARDIOVASCOLARE

L'ipertensione arteriosa è un'affezione caratterizzata da un aumento abnorme della pressione arteriosa del sangue che, se non trattata, a lungo andare, determina un sovraccarico di lavoro per il cuore, detto generalmente cardiopatia ipertensiva; ed è anche causa di alterazioni strutturali delle grandi e piccole arterie.
L'infarto del miocardio, l'angina, lo scompenso cardiaco, l'ictus cerebrale e la morte improvvisa  sono le
principali complicanze fatali e non fatali.
La ricerca clinica ha dimostrato che la gravità e le complicanze della malattia cardiovascolare non dipendono solo dalla ipertensione arteriosa ma anche da altri fattori, detti fattori di rischio, che concorrono in varia misura alla evoluzione della stessa.
Il fumo di sigaretta, l'ipercolesterolemia, il diabete, l'obesità, la vita sedentaria, oltre che l'età ed il sesso maschile più di quello femminile, sono in grado di accrescere in misura esponenziale il rischio cardiovascolare, cioè la probabilità che ha una persona di subire un evento cardiovascolare.
Ecco perchè l'approccio clinico alla persona non può limitarsi solo alla valutazione clinico - strumentale dell'ipertensione arteriosa ed alla riduzione dei valori pressori, ma deve esplorare e correggere tutti i fattori di rischio e le relative complicanze.
Vanno altresì suggerite le istruzioni e le esortazioni atte a modificare uno stile di vita pericoloso (fumo di sigaretta, vita sedentaria, obesità, ipercolesterolemia, ecc).

prof. Giuseppe Maiorano